Altri video da Cronaca locale

Bolzano: il profugo diventato pasticciere

Dorme al centro profughi ex Alimarket, lavora alla pasticceria “Peter Paul” di San Paolo ad Appiano. La sveglia nel camerone dell’ex magazzino, dove dormono altri 300 richiedenti asilo, per Khudadad Rajabi, 20 anni afgano, suona alle cinque del mattino; si alza, fa colazione, inforca la bici e da via Gobetti in zona industriale, va fino in via Druso, dove prende il bus per San Paolo.  Alla pasticceria Peter Paul arriva poco dopo le sette, quando dal laboratorio esce già il profumo di torte, paste, biscotti appena infornati.
La nuova vita. È qui che Khudadad Rajabi, approdato un anno e mezzo fa in Italia - dopo un viaggio di oltre quattro mesi dall’Afghanistan, dove ha lasciato padre, madre, due sorelle e tre fratelli - ha iniziato una nuova vita. Video: Mattioli/Kemenater