Tecnologia

Torino, il chirurgo robot opera con quattro braccia

Sbarca per la prima volta in una sala operatoria di una clinica privata torinese, la  Santa Caterina da Siena, il robot “Da Vinci”: si chiama così come colui che inventò il primo automa: Leonardo; ha quattro braccia robotiche ed esegue interventi chirurgici con movimenti millimetrici di estrema precisione, riducendo i tempi di degenza post-operatoria e limitando al massimo il bisogno trasfusionale. ll sistema viene utilizzato in particolare in Urologia (67% dell'attività); grazie all’amplificazione del campo operatorio, attraverso la visualizzazione in 3D ad alta risoluzione, questo “gioiellino tecnologico” permette di recuperare al massimo le strutture anatomiche, in particolare negli interventi alla prostata, uno dei settori in cui Da Vinci è più utilizzato.
di Paolo Caramella