Tecnologia

I terremoti dei primi 15 anni del millennio

L'animazione della Noaa, l'agenzia federale Usa che si occupa delle condizioni di oceani e atmosfera, mostra l'attività sismica sulla Terra dal 2001 al 2015. Le scosse sono cerchi colorati: più la loro magnitudo aumenta, più il cerchio è grande. I diversi colori, invece, indicano la profondità dell'ipocentro: dal rosso - i meno profondi - al blu. A ogni sisma sul planisfero si accende una luce che poi diventa fissa, in modo da rendere visibile il terremoto successivo. Per tre lunghissimi minuti il planisfero lampeggia senza sosta. Si vede il grande cerchio che rappresenta il primo terremoto di magnitudo superiore a 8 del millennio, quello del 23 giugno 2001 in Perù, si vedono lo tsunami del 2004 e la scossa che devastò il Giappone nel 2011,  quindi il teremoto in Nepal dell'aprile 2015. La luce si accende anche sull'Italia nella notte del 6 aprile 2009: in quel cerchio luminoso c'è l'Aquila che crolla, le 309 vittime del terremoto, si riaccende nel 2012: è il sisma dell'Emilia

 (a cura di Laura Venuti)

video: PacificTWC