Tecnologia

Il preside col "detector" a caccia di telefonini nella scuola

TERMENO (BOLZANO). Stefan Keim, preside della scuola media di Termeno, ha dichiarato guerra all'uso dei cellulari in classe: "Per chi viola il divieto è prevista una nota, alla terza può scattare la sospensione". Il preside si è dotato anche di un  rilevatore di onde ad alta frequenza che individua l'eventuale presenza di telefonini. "I ragazzi come hanno reagito? Bene. I cellulari adesso li lasciano direttamente a casa". Video. Mattioli-Groppo