Altri video da Cronaca locale

in caricamento...

Per anni chiede l'elemosina davanti alla pasticceria, poi il titolare lo assume

"1 novembre: 2018 da oggi Noè è ufficialmente un nostro collaboratore. Dopo 3 anni di accendini e calzini sul nostro ingresso si è meritato un posto al coperto. Benvenuto”. È il messaggio che si legge sulla pagina Facebook della Bottega di Pasticceria di Firenze, che dal primo novembre ha assunto il 29enne di origini senegalesi Moussa Ndoye. Per oltre due anni, Moussa ha chiesto l’elemosina e venduto calzini proprio davanti a quel bar. Ora potrà guardare al futuro con occhi diversi, grazie anche a chi ha voluto credere in lui e alla sua grande voglia di dare una mano (a cura di Eleonora Giovinazzo). L'articolo

in caricamento...

in caricamento...

in caricamento...