Altri video da Cronaca

in caricamento...

Studentesse americane, la Procura accusa il carabiniere: "Ci fu violenza e costrizione"

"Per noi non cambia niente, prima si contestava una violenza per induzione ora per costrizione. Ma l'innocenza del nostro assistito è chiara e non modificheremo la nostra scelta processuale". Reagiscono così i legali di Pietro Costa, il più giovane dei due ex-carabinieri accusati di stupro da due studentesse americane a Firenze, dopo che gli inquirenti hanno "allineato" la sua posizione a quella del più anziano Marco Camuffo, accusato di violenza sessuale. Per quest'ultimo i difensori hanno chiesto il rito abbreviato: "Il dibattimento - spiega l'avvocato Filippo Viggiano - non porterebbe nessuna novità e lui vorrebbe uscire il prima possibile da questa vicenda. Si separano così i percorsi giudiziari dei due ex-carabinieri. Il difensore di una delle due studentesse: "E' in terapia psicologica, sta cercando solo di dimenticare".
 
Video di Andrea Lattanzi

in caricamento...

in caricamento...