Lascia un commento


Altri video da Cronaca locale

in caricamento...

Elettrofisiologia, il San Matteo presenta la nuova sala

Nuova sala di Elettrofisiologia al San Matteo: a due anni dal trasferimento della Cardiologia al Dea, sono terminati i lavori di sistemazione della sala e sono state acquistate attrezzature per 720mila euro. Il primo paziente è stato trattato lunedì 10 aprile. La sala servirà per il trattamento interventistico delle aritmie cardiache da parte dell'equipe diretta da Roberto Rordorf e composta da Barbara Petracci, Alessandro Vicentini, Simone Savastano e Antonio Sanzo. Le principali procedure - circa 800 all'anno - sono ablazioni transcatetere delle aritmie cardiache anche ad alta complessità, l'impianto di pacemaker e defibrillatori, dispositivi per la risincronizzazione cardiaca e le estrazioni di cateteri. Dopo il trasferimento della Cardiologia al Dea nell'agosto 2015 l'attività di elettrofisiologia era stata svolta in una sala angiografica in condivisione con Emodinamica e Unità di scompenso cardiaco, ora torna ad avere una sala dedicata, situata al piano meno 2 del Dea, accanto alle altre due sale. Nel video da sinistra Roberto Rordorf, Gaetano De Ferrari, direttore dell'unità coronarica, il direttore generale del San Matteo Nunzio Del Sorbo e Luigi Oltrona Visconti, Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche e Primario di Cardiologia (video Garbi) VIDEO: le apparecchiature della nuova sala

in caricamento...

in caricamento...

in caricamento...